giovedì 4 agosto 2016

Immagine di Enrica Trevisan Illustrazioni

Benvenuti a "Tre libri in poche parole"!
Se volete più informazioni su questa rubrica che ho ideato leggete pure qui.
Buona lettura! :)


"Il pugno chiuso" di Arrigo Boito
Trittico di novelle di uno dei massimi esponenti della scapigliatura, poche pagine nelle quali sarete trasportati dal suo stile fantastico e tetro, dove nulla è come sembra, tutto ha un aspetto sovrannaturale, ma poi vi fa pensare "no, aspetta, forse, potrebbe essere...". E poi vi siete già persi, persi fra le trame volutamente confuse e nebulose di Boito.
Un piccolo viaggio che merita, perché i racconti non sono prerogativa degli autori americani, non scordiamocelo mai.

"Andrea Pazienza - Il mio nome è Pentothal" di Luigi di Fonzo 
Pubblicato per i 60 anni dalla nascita del fumettista pescarese, credo sia imprescindibile per gli appassionati, in quanto è il racconto dei dieci episodi del suo fumetto più celebre "Le straordinarie avventure di Pentothal". Quindi niente disegni, ma parole che raccontano immagini. Ogni capitolo inizia con una piccola panoramica dei fatti di cronaca avvenuti nel mese di pubblicazione di quell'episodio, ed erano gli anni di piombo, quindi di cose ne succedevano un bel po'. Non sono per niente avvezza ai fumetti, Pazienza lo conoscevo di fama e per l'importanza che hanno avuto i suoi anni vissuti nella mia Bologna, ma il libro mi ha interessato lo stesso, quindi non è ad uso esclusivo degli appassionati. Se Pazienza vi ha sempre incuriosito è una buona lettura.



"Memoria di donne e bambini nei lager nazisti" di Giuliana Tedeschi
Lo so, sono letture tristi, ma è un argomento che mi appassiona da sempre, ho letto tanto, visitato campi di concentramento e avuto la fortuna di parlare con ex deportati, ma la mia fame di sapere non si placa mai. Questo libricino (31 pagine) l'ho scoperto grazie a Primo Levi che, in un suo libro, indicava Giuliana Tedeschi come forse l'unica donna italiana riuscita a uscire viva da Auschwitz, che avesse scritto della sua esperienza. Lo sappiamo tutti cosa succedeva alle donne e ai bambini nell'inferno dei campi di concentramento, ma leggerlo una volta in più e, soprattutto, sentirlo dalla viva voce di chi c'è stato, è un'ulteriore spinta a non dimenticare.









Li conoscevate questi libri? Ditemi anche la vostra opinione o consigliatemi qualche libro in poche parole! :)


Leave a Reply

Subscribe to Posts | Subscribe to Comments

Peek a booK!. Powered by Blogger.

Join my new 2017 "Women Challenge"! :)

Cerca nel blog

In lettura

Follow by Email

Lettori fissi

Scrivimi!

Nome

Email *

Messaggio *

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

- Copyright © Peek-a-booK! -Metrominimalist- Powered by Blogger - Designed by Johanes Djogan -