martedì 27 ottobre 2015


"Stacking the Shelves" è un meme settimanale creato dal blog "Tynga's Reviews", che dà ai blogger l'opportunità di mostrare i loro "ultimi arrivi", che siano questi cartacei, e-books, libri acquistati, avuti in regalo ecc. Mi sembra un meme molto carino, spero che possa piacere anche a voi :)

************************************************************************************************************************************
Questa settimana le novità sono tre libri bellissimi che mi sono arrivati dalla casa editrice Nova Delphi Libri e allo scrittore e critico letterario Dario Pontuale (grazie!)

Sapete quanto sia appassionata di classici e non potevano scegliere titoli migliori da inviarmi :)


Il libro di Fitzgerald è una raccolta di racconti che l'autore, dopo il successo de "Il grande Gatsby", pubblicò su diverse riviste. Ecco i titoli:

* Fra le tre e le quattro
* Un cambiamento di classe
* La prova del sei
* Diagnosi
* L'assegno scoperto
* L'autobus di famiglia
* Nuovi tipi

Riporto dalla quarta di copertina:
Dopo il successo di "Al di qua del paradiso" e "Il grande Gatsby", dal 1929, anno del crollo di Wall Street, anche per Fitzgerald ha inizio un periodo difficile: i lettori sembrano abbandonarlo e si manifestano i primi sintomi dei disturbi nervosi che condurranno sua moglie, l'affascinante Zelda Sayre, a frequenti ricoveri. Alle prese con problemi di alcol, Fitzgerald "tira avanti" grazie alla vendita a varie riviste dei suoi racconti. Quelli qui riuniti ci introducono in un mondo dove, come scrisse Fernanda Pivano, "i protagonisti che nei libri e nelle raccolte precedenti avevano vent'anni, ormai hanno passato la trentina; sono uomini di 'mezza età' che conservano tracce dell'antica bellezza, ma sono avviati verso la decadenza fisica e la malinconia che per Fitzgerald accompagnano chiunque esca dallo splendore della giovinezza".


Altra raccolta di racconti (evviva!) anche quella di Verga.
Verga è l'autore di uno dei miei tre libri preferiti DI SEMPRE "Storia di una capinera" e sono davvero curiosa di conoscerlo meglio attraverso questi racconti. 
Questi i titoli:

* Rosso Malpelo
* La Lupa
* Malaria
* Storia dell'asino di San Giuseppe

Quarta di copertina:
Era alta, magra; aveva soltanto un seno fermo e vigoroso da bruna e pure non era più giovane; era pallida come se avesse sempre addosso la malaria e su quel pallore due occhi grandi così e delle labbra fresche e rosse, che vi mangiavano. Al villaggio la chiamavano la Lupa perché non era sazia giammai - di nulla. Le donne si facevano la croce quando la vedevano passare.
Natalino Sapegno: "La Sicilia di Verga è veramente la Sicilia, quale si rivela all'occhio di ogni viaggiatore attento e non frettoloso e al tempo stesso lo specchio della sua dura serietà morale, il panorama della sua stanchezza, della sua desolazione e della sua amara pietà".

Nel libro di Kafka sono invece raccolti in un unico volume i testi che lui stesso ritenne i più importanti della sua intera produzione, così come appaiono nella lettera che possiamo oggi considerare il suo testamento artistico.

Caro Max, forse questa volta non mi alzo più: dopo un mese di febbre polmonare è pressoché inevitabile il sopraggiungere della polmonite e non la terrò lontana neppure mettendola per iscritto, sebbene la scrittura abbia un certo potere. Eccoti dunque le mie ultime volontà riguardo a quanto da me scritto. Di tutto ciò che ho scritto contano solo i libri: Il verdetto, Il fuochista, La metamorfosi, Nella colonia penale, Un Medico condotto e il racconto Un digiunatore. (…) Quando affermo che questi cinque libri e il racconto hanno validità, non intendo dire di avere il desiderio che vengano ristampati e tramandati ai posteri, al contrario, quel che più mi auspico è la loro scomparsa definitiva. Soltanto, poiché già esistono, non impedisco a nessuno di conservarli, se vuole.” 
(Franz Kafka a Max Brod, 29 novembre 1922)


Che dire, sono veramente felice che queste tre piccole meraviglie siano entrate a far parte della mia libreria e di aver avuto modo di conoscere una casa editrice così attenta ai classici e che mette grande cura nelle sue edizioni, nella scelta dei titoli, nell'attenzione alle copertine, nelle illustrazioni (in quello di Kafka ce ne sono alcune anche all'interno di Andrea Rinaldi).



E con questo è tutto!
Quali sono invece i vostri nuovi libri della settimana? :)

Leave a Reply

Subscribe to Posts | Subscribe to Comments

Peek a booK!. Powered by Blogger.

Join my new 2017 "Women Challenge"! :)

Cerca nel blog

In lettura

Follow by Email

Lettori fissi

Scrivimi!

Nome

Email *

Messaggio *

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

- Copyright © Peek-a-booK! -Metrominimalist- Powered by Blogger - Designed by Johanes Djogan -