martedì 12 maggio 2015


"Stacking the Shelves" è un meme settimanale creato dal blog "Tynga's Reviews", che dà ai blogger l'opportunità di mostrare i loro "ultimi arrivi", che siano questi cartacei, e-books, libri acquistati, avuti in regalo ecc. Mi sembra un meme molto carino, spero che possa piacere anche a voi :)

************************************************************************************************************************************
Oggi vi presento gli ultimi arrivati nella mia libreria grazie a Bookmooch.
Faccio sempre un po' fatica a trovare libri che mi interessino su Bookmooch, non è facile, ma quando ci sono è una gran soddisfazione :)


Partiamo da "Lo sporco degli altri" e "Euro 13,89" che non mi ricordo assolutamente perché fossero nella mia wishlist, ma sicuramente un motivo c'era, quindi benvenuti!

Louise Rafkin "Lo sporco degli altri"
Trama:
Louise Rafkin cerca un lavoro. Comincia, grazie a un piccolo annuncio in un super market, a fare la donna delle pulizie. Il mestiere le prende la mano e per cinque anni pulisce case in giro per gli Stati Uniti e all'estero. Armata di stracci, scope, aspirapolvere, detersivi, esplora il lato oscuro - il lato sporco e caotico - del mondo domestico. Ma non solo, si schiera, lei giornalista di costume, dalla parte del misconosciuto esercito dei suoi colleghi. Irriverente e spiritosa ci racconta le sue avventure e ci consegna i ritratti vivissimi di Rose, che ha fatto i servizi in casa Kennedy e in casa Hearst, di Kathy Jo, specialista in pulizie di scene del delitto, di Lena, impiegata nell'agenzia "Domestiche felici", di Lisa-1 e di Lisa-2, donne di servizio in costume adamitico, di Akayo, guida di una setta spirituale di pulizie in Giappone, e infine di Lupita, la messicana che ha lavorato, giovanissima clandestina, nella casa dei genitori di Louise. Una certezza, alla fine di questo libro vi prenderà la voglia impellente di fare pulizia anche in casa vostra e magari di mettere ordine nella vostra vita.

Frédéric Beigbeder "Euro 13,89" (lo trovate anche con il titolo "26.900 lire")
Trama:
Octave è un pubblicitario e conduce una vita sinistra. È uno di quei morti viventi il cui unico sprazzo di luce deriva dal riflesso della propria carta di credito. È uno di coloro che decide oggi cosa desidereremo domani, che inquina il mondo con spot e bugie, che inventa bisogni inutili. Un giorno viene coinvolto in una campagna più stupida delle altre per lo yogurt di una multinazionale e va in pezzi. In un crescendo di esaltazione, tra alcol e stupefacenti, diventa sempre più violento, fino all'esplosione finale.

Poi ci sono Primo Levi e un classico come "Casa Howard" che non credo ci sia bisogno di spiegare perché volevo fossero miei :)

Primo Levi "I sommersi e i salvati"
Trama:
Quali sono le strutture gerarchiche di un sistema autoritario e quali le tecniche per annientare la personalità di un individuo? Ouali rapporti si creano tra oppressori e oppressi? Chi sono gli esseri che abitano la "zona grigia" della collaborazione? Come si costruisce un mostro? Era possibile capire dall'interno la logica della macchina dello sterminio? Era possibile ribellarsi? E ancora: come funziona la memoria di una esperienza estrema? Le risposte dell'autore di Se questo è un uomo nel suo ultimo e per certi versi più importante libro sui Lager nazisti. Un saggio per capire il Novecento e ricostruire un'antropologia dell'uomo contemporaneo.

Edward Morgan Forster "Casa Howard"
Trama:
"Casa Howard" è ormai considerato il capolavoro di Edward M. Forster assieme a "Passaggio in India", ed è certamente uno dei classici della letteratura del ventesimo secolo. La ricchezza del romanzo sta tutta nella pregnanza di una narrazione piena di tensioni, in parte irrisolte perché lo stesso Forster è partecipe di esse e il solo connettere del sottotitolo del romanzo gli è impossibile solo in parte, come egli ben sa. Ma forse il fascino di "Casa Howard" sta proprio in questa difficoltà a risolvere contraddizioni ancora irrisolvibili. Ciò nonostante, dice Virginia Woolf (ed è noto che Forster s'ispirò inizialmente per le due eroine del romanzo, Margaret e Helen, alla giovinezza di Virginia e della sorella Vanessa), la pianificazione della storia è magistrale. Quella cosa indefinibile ma tanto importante, l'atmosfera del libro, riluce di intelligenza; non a un barlume di fandonia, non a un atomo di falsità è consentito di depositarsi. E di nuovo, ma su di un campo di battaglia più ampio, continua il conflitto che ha luogo in tutti i romanzi di Mr. Forster il conflitto fra le cose che importano e le cose che non importano, fra la realtà e la falsità, fra la verità e la menzogna.

E infine c' è il libro di Jim Nisbet, che ho trovato consigliato su Twitter da Holden&Company (e io di lui non è che mi fido, di più). La copertina è discutibile (...), ma quello che mi interessa è il contenuto :)

Jim Nisbet "I dannati non muoiono"
Trama:
"Ho sempre voluto scuoiare una donna" Questo è il folgorante incipit di "I dannati non muoiono". Queste sono le parole che l'investigatore privato Martin Windrow trova scritte su un foglio di carta in una macchina da scrivere nell'appartamento accanto a quello di Virginia Sarapath, vittima di un efferato omicidio avvenuto la notte precedente. Forse, sono le semplici farneticazioni di uno scrittore fallito che ama origliare o, forse, è la traccia di un movente per un assassino in fuga. Le prime indagini rivelano che la donna, al momento dell'aggressione, si trovava a letto con un uomo, travolta da un amplesso sfrenato. Un gioco erotico che si è spinto oltre o una messinscena per coprire qualcosa di più oscuro? Inizia così la caccia al presunto colpevole o forse all'unico testimone che è in grado di svelare un intricato mondo sotterraneo fatto di sesso e droga, e di un piacere morboso che svela il labile confine tra amore e odio. Una complessa storia sui rapporti tra vittime e carnefici in un noir a tinte fosche...



E con questo è tutto!
Cosa ne pensate di questi libri? Li conoscevate?
Quali sono invece i vostri nuovi libri della settimana? :)


Alla prossima!





{ 2 commenti... read them below or Comment }

  1. Le ultime due entrate nella mia libreria sono "Favola selvaggia" di César Vallejo (già letto e recensito) e "I fantasmi" di César Aira...
    Dei tuoi conosco solo quelli di Forster e di Levi. Io su Bookmooch mi sono iscritta tre volte con tre mail diverse ma non mi è mai arrivata la mail da confermare per poterlo utilizzare... Ormai ci ho rinunciato.

    RispondiElimina

Peek a booK!. Powered by Blogger.

Join my new 2017 "Women Challenge"! :)

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

In lettura

Follow by Email

Lettori fissi

Scrivimi!

Nome

Email *

Messaggio *

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

- Copyright © Peek-a-booK! -Metrominimalist- Powered by Blogger - Designed by Johanes Djogan -