mercoledì 6 maggio 2015



Il 18 aprile si è tenuto il settimo incontro del "Jane Austen Book Club", organizzato qui a Bologna da Jasit e Biblioteca Salaborsa (qui il resoconto del primo appuntamento, qui quello del secondo, qui quello del terzo, qui quello del quarto, qui quello del quinto e qui quello del sesto).


Abbiamo parlato di "Lady Susan", "I Watson" e "Sanditon" (gli ultimi due rimasti incompiuti), tra le opere più "invisibili" di Jane Austen, perché non fanno parte né delle opere giovanili, né dei romanzi canonici.


"Lady Susan" lo avevo già letto e l'avevo trovato carinissimo e un po' "fuori" dalla solita Jane Austen: forma epistolare, protagonista velenosissima e, ma quello con zia Jane è normale, tante risate.

"I Watson" e "Sanditon", invece, lasciano davvero questo senso di incompiuto, di "chissà cosa avrebbe potuto tirare fuori Jane questa volta" e tantissima malinconia.

Ma proseguiamo con quanto è stato detto all'incontro. Come sempre vi riporto curiosità ed alcuni degli argomenti più dibattuti, fatemi sapere cosa ne pensate! :)


* Cosa molto rara per Jane Austen, esistono i manoscritti di "Lady Susan" (a New York), di "I Watson" (metà a New York e metà a Oxford) e di "Sanditon" (a Cambridge);

* Jane Austen non ha completato "I Watson" perché credeva non fosse all'altezza di altri suoi scritti?

*  "Lady Susan" si colloca fra le opere giovanili e la scrittura di "Northanger Abbey", il suo primo romanzo;

* "Lady Susan" è l'unico romanzo epistolare di Jane Austen e l'unico con una protagonista negativa, un po' una dark lady di fine Settecento;

* In "Sanditon" l'orizzonte narrativo di Jane Austen diventa più ampio: niente più campagna, ma città di mare, speculazione edilizia ecc.

* La città sembra la vera protagonista di Sanditon;

* Nonostante "Sanditon" sia pieno di ironia e ipocondriaci, Jane Austen mentre lo scriveva era nelle ultime fasi della sua malattia;

* Ne "I Watson" Emma Watson che fa ballare il bambino ci ha fatto ricordare Mr Knightley che fa ballare Harriet in "Emma";

* "Jane Austen ci descrive i suoi personaggi facendoli parlare" ci ha detto Giuseppe Ierolli di Jasit;

*  "La critica letteraria ha trovato tante analogie fra Lady Susan e Mansfield Park" ci ha detto Silvia Ogier di Jasit;

* E' in lavorazione un film tratto da "Lady Susan" diretto da Whit Stillman, con ancora Kate Backinsale nei panni di un'eroina austeniana. Il titolo sarà, stranamente, "Love & Friendship".


Il prossimo incontro, il 9 maggio, sarà sulle Lettere di Jane Austen se potete non mancate, altrimenti seguitemi quel giorno su Facebook e Twitter per il live da Salaborsa, o qui per il prossimo resoconto.

A presto! :)


(qui trovate il calendario con tutti gli appuntamenti. Per essere aggiornati sul luogo di ritrovo, visitate sempre il sito di Salaborsa).


Leave a Reply

Subscribe to Posts | Subscribe to Comments

Peek a booK!. Powered by Blogger.

Join my new 2017 "Women Challenge"! :)

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

In lettura

Follow by Email

Lettori fissi

Scrivimi!

Nome

Email *

Messaggio *

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

- Copyright © Peek-a-booK! -Metrominimalist- Powered by Blogger - Designed by Johanes Djogan -