martedì 19 maggio 2015

E anche questo Salone è andato. Un Salone un po' speciale, in cui ero da sola, ma sola non ero mai, tanti sono stati gli incontri, le conoscenze, le sorprese.

Speciale forse anche perché, essendo la mia seconda volta, ero già più "sgamata", sapevo come muovermi fra i tre padiglioni, quali presentazioni evitare (quelle nelle sale grandi, io le file le odio), dove trovare i miei editori preferiti, dove tirare un attimo il fiato.

Quello che mi ricorderò maggiormente di questo Salone sono la compagnia e i sorrisi degli amici blogger, gli abbracci agli stand Lindau e Fazi con due ragazze splendide come Sara e Cristina, le cose interessantissime sentite all'incontro su Wendell Berry, rivedere Giorgio Fontana che, a un anno di distanza, è ancora lì che presenta il suo bellissimo "Morte di un uomo felice", la magia dello stand Jo March, il modo caloroso di raccontare i libri di Giulia di Sur, io che mi innamoro di un autore (David Wagner) solo sentendolo parlare di Berlino e corro a comprare il suo libro, passare non so quanto tempo da NN Editore indecisissima su quale loro libro comprare, incontrare due lettrici del blog (ciao Diletta! Ciao Catia!) che ci tenevano a conoscermi e l'esserci riuscite, l'accoglienza sempre calorosa da Giuntina e Minimum Fax.

Sono queste le cose che hanno reso speciale il mio Salone e mi hanno fatto tornare nella mia amata Bologna con il sorriso e con la consapevolezza che (me ne sto accorgendo ogni giorno di più), sono davvero le piccole cose che mi rendono felice.

E ora via, basta con le mielosità, lo so che siete curiosi, ecco il mio bottino! ^_^


Alcuni sono acquisti mirati, altri fatti d'impulso, altri ancora perché ho seguito dei consigli.
Vediamoli per casa editrice :)


Della borsa di Ribeyro mi ero innamorata al Book Pride, ma l'avevo vista all'ultimo momento, proprio quando dovevo scappare a prendere il treno.
Questa volta era fra le mie tappe già fissate e, già che c'ero, mi sono fatta consigliare da Holden & Company (che Ribeyro lo conosce bene), quale libro prendere: risultato "I genietti della domenica" che lui definisce:
"il mio libro della vita". Con un consiglio così accorato non potevo comprare niente di diverso :)


Altra borsina imperdibile era quella di Salinger, in attesa di leggere "I giovani".


Altro giro altra borsina! ^_^
Questo è il retro di quella di Fazi che avete visto nella prima foto, la frase è l'incipit di "Eureka Street", libro che mi è stato caldamente consigliato da Cristina di Fazi e che spero di fare presto mio.
Il libro di David Wagner è quello di cui vi ho anticipato qui sopra: ho conosciuto l'autore all'incontro "Berlin Calling" durante il quale lui, residente nella capitale tedesca, ha rapito il mio cuore e fatto sì che corressi a comprare il suo libro (che nemmeno stava presentando, lo avrebbe fatto il giorno dopo), quando 10 minuti prima nemmeno sapevo chi fosse. Meraviglie del Salone.
L'altro libro in realtà è un meraviglioso catalogo fatto dalla Fazi per i loro primi vent'anni, in cui sono raccolti "i cento libri che ci sono piaciuti un po' più degli altri". Dico solo che mi si illuminano gli occhi ogni volta che lo sfoglio, per la cura con cui è fatto.


Questo era l'acquisto "lindauesco" che avrei dovuto fare al Book Pride, ma per il quale sono arrivata tardi, visto che tutte le copie erano finite, libro desideratissimo non solo da me, a quanto pare! :)
Sinceramente non vedo l'ora di leggerlo.


Tappa obbligatoria quella da Sur: primo per rivedere Giulia Zavagna, che avevo conosciuto a "Più libri più liberi" quando mi avevano coinvolto nel progetto "Blog Notes" e anche per sentirla parlare della prima autrice pubblicata da Sur, che non potevo assolutamente lasciarmi scappare.
Bottino completato con il nuovo catalogo 2015 (con tutte le figurine delle copertine dei loro libri) e il catalogo della nuova collana "Big Sur", sulla letteratura angloamericana, che ero curiosissima di avere (già non vedo l'ora che sia settembre per "Carne viva" di Merritt Tierce).


Volevo tantissimo un libro della nuova casa editrice NN e ho optato per questo, catturata dalla trama: un uomo che muore e continua a rinascere, nello stesso luogo e nello stesso anno. 
Sono proprio curiosa di leggerlo!


E che dire di queste due chicche prese da Jo March? "Mogli e figlie" è l'ultimo romanzo di Elizabeth Gaskell, un tomone di quasi 700 pagine tradotto dalla bravissima Mara Barbuni.
"Eredità" è invece il primo romanzo della Alcott, davvero imperdibile.



E con questo è davvero tutto, ora non mi resta che trovare un posto nella mia libreria (cosa che adoro fare) per ognuna di queste meraviglie e coltivare tutte le belle conoscenze che ho fatto (o che ho ritrovato) a questo Salone edizione 2015.

(se siete stati al Salone ditemi ASSOLUTAMENTE cosa avete comprato! ^_^ )

{ 9 commenti... read them below or Comment }

  1. La morte di Virginia e i due della Jo March saranno miei!
    Andare al Salone è uno dei miei sogni, spero di riuscire a realizzarlo prima o poi; intanto mi documento, leggendo con immenso piacere tutti i resoconti dettagliati postati.
    Buona lettura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie davvero! Quest'anno sei riuscita ad andarci poi? :)

      Elimina
  2. La Jo March non mi sembra assolutamente il mio genere, ma complimenti per le scelte dai cataloghi Sur e La nuova frontiera... Della Lindau ho adocchiato qualcosa ma vorrei farmi trascinare dall'entusiasmo di Sara :)

    RispondiElimina
  3. Ciao! ^_^

    Sono nuova e ho letto con piacere la recensione... mi sarebbe tanto piaciuto andare al Salone del Libro!
    Spero di poterlo fare il prossimo anno!
    Le shopping bag sono davvero carine. Jo March conquista!

    Ciao, a presto!
    Cris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao a te e grazie per essere passata! :)

      Elimina
  4. Jo March *-* Saranno MIEI!!!

    RispondiElimina
  5. Se non dovessi partecipare a quel GDL di cui parlavate sul Twitter, voglio sapere cosa ne pensi di Harry August. Quindi, ecco, leggilo subiterrimo! :D :D
    Ma poi, cosa hai scritto sul fogliettino? Non sono mica riuscita a pescarlo tra quelli all'interno della valigia... Mumble.

    RispondiElimina

Peek a booK!. Powered by Blogger.

Join my new 2017 "Women Challenge"! :)

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

In lettura

Follow by Email

Lettori fissi

Scrivimi!

Nome

Email *

Messaggio *

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

- Copyright © Peek-a-booK! -Metrominimalist- Powered by Blogger - Designed by Johanes Djogan -