martedì 3 marzo 2015


"Stacking the Shelves" è un meme settimanale creato dal blog "Tynga's Reviews", che dà ai bloggers l'opportunità di mostrare i loro "ultimi arrivi", che siano questi cartacei, e-books, libri acquistati, avuti in regalo ecc..
Mi sembra un meme molto carino, spero che possa piacere anche a voi :)

************************************************************************************************************************************

Una delle mie vergogne di lettrice è non aver ancora letto "Lolita". 
E' nel Kindle che mi aspetta da tempo immemore e credo che questo sarà - finalmente - il suo anno.

Ne sono quasi sicura anche perché, il libro che vi presento oggi e che ho da poco acquistato, è dello stesso autore e prima di leggerlo mi sembra giusto leggere "Lolita".

Ecco il libro di questa settimana:

(a proposito: ma quanto è bella questa copertina?)
Riporto dal sito Adelphi:

Nabokov non fu solo l’autore di romanzi fra i supremi del Novecento, dal Dono a Lolita, ma anche un magistrale creatore di racconti. Di tale versante della sua attività, ancora in gran parte da scoprire, questa vasta silloge, che integra quella della Veneziana, offre un panorama completo, giacché raduna in una sequenza rigorosamente cronologica i testi che Nabokov scrisse a partire dal 1921 e pubblicò poi in quattro celebri raccolte uscite tra il 1958 e il 1976. Con una sorta di bacchetta divinatoria e le infinite variazioni della sua arte caleidoscopica, Nabokov ci guida alla scoperta degli aspetti più elusivi di ciò che abitualmente chiamiamo realtà. Sono favole briose, storie agrodolci di perdita, sconfitta o solitudine, claustrofobici esercizi di orrore, campionature dell’umana follia che si proiettano sullo sfondo di paesaggi urbani colti nella loro «sensazione dinamica» o di fenomeni naturali intesi come epifanie del divino, mentre affiorano continuamente gli echi della giovinezza in Russia, degli anni universitari in Inghilterra, del periodo émigré in Germania e Francia, e infine del soggiorno in quell’America che – come egli stesso ebbe a dire – andava via via inventando, dopo aver inventato l’Europa.

Non sapevo che Nabokov avesse scritto anche così tanti racconti e, visto che ultimamente ne sto leggendo veramente molti, sono proprio felice di averlo acquistato.


E con questo è tutto!
Cosa ne pensate di questo libro? Quali sono invece i vostri nuovi libri della settimana? :)


Alla prossima!






{ 2 commenti... read them below or Comment }

  1. Lolita è un libro straordinario, pieno di contrasti di angoli bui, di personaggi ammalianti e ingannatori, di territori dove non vorremmo spingerci e veniamo accompagnati per mano,. Ma come quasi tutti i capolavori ha bisogno di tempo e riletture per essere penetrato e per cogliere i suoi molteplici livelli. Se posso dare un consiglio, lo affronterei dopo "Leggere Lolita a Teheran" che ne offre una lettura critica poetica e bellissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bel commento, grazie mille!
      "Leggere Lolita a Teheran" me l'avranno già consigliato millemila volte, sarà ora di leggerlo! :)

      Elimina

Peek a booK!. Powered by Blogger.

Join my new 2017 "Women Challenge"! :)

Cerca nel blog

In lettura

Follow by Email

Lettori fissi

Scrivimi!

Nome

Email *

Messaggio *

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

- Copyright © Peek-a-booK! -Metrominimalist- Powered by Blogger - Designed by Johanes Djogan -