martedì 13 gennaio 2015


"Stacking the shelves" è un meme settimanale creato dal blog "Tynga's Reviews", che dà ai bloggers l'opportunità di mostrare i loro "ultimi arrivi", che siano questi cartacei,
e-books, libri acquistati, avuti in regalo ecc..
Mi sembra un meme molto carino, spero che possa piacere anche a voi :)

*****************************************************************
Bentrovati dopo la pausa natalizia!

Per Natale ho passato due settimane a Berlino (strano, eh?) e ci tengo a riepilogarvi qui tutto quello che ho portato a casa con me, o che ho trovato là e avrei voluto farvi vedere :)


Questi libri li ho comprati a Berlino perché due persone qui in Italia mi avevano detto essere scritti in un tedesco molto comprensibile anche per chi, come me, non è ancora ad altissimi livelli con la lingua (oltre ad essere dei bellissimi libri).

Quello di Schlink è il famoso "The reader", dal quale è stato anche tratto un film di successo, mentre l'altro è "La lingua salvata", un libro che ho letto la scorsa estate e ho amato moltissimo.

Li ho trovati entrambi usati, anche se sembra non siano mai stati letti.
Il primo l'ho trovato in una libreria che si trova vicino alla casa in cui sto sempre, ma non avevo mai visto. Si trova a piano terra all'interno del cortile di un palazzo e l'ho scoperta solo per caso.

Per trovare il libro di Canetti ho invece dovuto girare un po' di più e l'ho trovato quando ormai pensavo di potermi rivolgere solo a Dussmann (enorme libreria su più piani); mi aspettava in una piccola e polverosa libreria dell'usato, nella quale sulle prime non stavo nemmeno per entrare, a causa delle vetrine non proprio splendenti, che rendevano faticoso anche solo capire che tipo di negozio fosse.
Ma a Berlino è così, spesso si trovano gioielli dove meno te lo aspetteresti.
Per entrambi i libri ho speso la folle cifra di 8€. Vi ho già detto quanto amo questa città?



Questa borsa l'ho trovata nella libreria in cui ho comprato il libro di Schlink.
L'ho vista mentre aspettavo che la commessa finisse di preparare tè caldo e biscotti per i clienti (♥) e ho capito che doveva essere mia.
Come essere felici con poco! :)


Non mi era mai capitato di avere una copia cartacea del New Yorker.
Questa l'ho trovata usata da Shakespeare & Sons (di cui vi avevo parlato qui).
Questa volta non ho acquistato nessun libro, ma ho trovato una scatola piena di vecchie copie del New Yorker ben tenute, ognuna ad 1€. Ne volevo prendere solo una ed ho scelto quella con la copertina per me più bella :) (è dedicata alla festa della mamma).

Da Dussmann ci sono poi comunque andata.
Chiamarla libreria è un po' riduttivo, loro si proclamano "Grande Magazzino della Cultura"; insomma, ci potete trovare un po' di tutto, dai libri, ai dischi, alla cancelleria, ai dvd.
Si possono passare tranquillamente giorni al suo interno.
C'è anche una sorta di "negozio nel negozio": una libreria di soli libri in lingua inglese, il paradiso delle edizioni fighe della Penguin, dei classici rilegati dai bordi dorati, delle borse con le copertine dei vostri libri preferiti.
Ecco cos'ho fotografato per voi:


Favolosa agenda 2015 giornaliera di Jane Austen con una citazione per ogni giorno e pagine dal bordo dorato.
Peccato non ci fosse una versione più ridotta e settimanale, altrimenti l'avrei presa.


Tazze con le tipiche copertine Penguin dei più classici dei classici.


I libri più famosi, nelle loro copertine originali, diventano astucci.
Io, della stessa linea, ho la borsa di Gastby e la adoro :)


Libro che raccoglie 200 anni di copertine dei libri di Jane Austen, una gioia per gli occhi.


Sono anni che punto questo libro e che, ogni volta che vengo da Dussmann, lo prendo in mano e lo accarezzo :D
E' un tomo notevole, peserà 3kg per la modica cifra di 35€, ma io credo li valga tutti, dovreste vederlo. Mi sono detta che sarà il regalo che mi farò quando verrò ad abitare qua (anche perché così non dovrò metterlo in valigia!).


Tornando alla zia Jane (ma non solo), ho trovato queste edizioni adorabili, la cui copertina è di un materiale soffice e vellutato allo stesso tempo. E' un piacere tenere in mano un libro così!


Anche questo era imperdibile per ogni vera fan di Jane Austen, peccato che fosse chiuso e non si potesse vedere tutto il contenuto, ma sono pronta a scommettere che le cartoline fossero una più bella dell'altra.

Ma torniamo agli acquisti, perché queste erano cose che ho solo fotografato per voi, mica le ho comprate tutte! ^_^


Agendina di "Cime tempestose" che andrà a fare compagnia a quella viola di Virginia Wolf, di cui vi avevo parlato qui.


Segnalibri carini, perché devo imparare ad usarli e smettere di fare le orecchie alle pagine! :D

Ma torniamo al senso del post e cioè ai nuovi libri della settimana.


Questi me li ha regalati il mio adorato fidanzato: da un po' mi sto appassionando (finora solo teoricamente e poco praticamente) a tutte queste cosine manuali, di carta ecc. e invece i dolci adoro farli da sempre.

Chiudiamo con un libro dalla copertina orripilante, che ho preso su Bookmooch:


Se lo avessi visto in libreria me ne sarei tenuta alla larga, ma ero stata indotta a prenderlo da quello che c'era scritto a riguardo su "Curarsi con i libri" di Ella Berthoud e Susan Elderkin (qui la mia recensione):

"Le amiche del venerdì sera" era consigliato per la sindrome "Essere stanchi, suscettibili".
Visto che mi capita spesso :D ho deciso di provare, inoltre la spiegazione era questa:

"Quando vi sentite stanche e suscettibili, quello che vi serve è una storia che vi dia calore, conforto e che abbia un buon intreccio, l'equivalente letterario di uno scialle afgano lavorato a maglia. "Le amiche del venerdì sera" fa al caso vostro".

Dite che mi sono fatta abbindolare e il libro sarà pessimo?
Diciamo che parto fiduciosa, peggio della copertina non può essere! ^_^


Orbene, il post fiume è finito, avrei anche un paio di ebook nuovi da farvi vedere, ma li tengo per la prossima settimana.



Avete letto qualcuno di questi libri? Fatemi sapere!
Quali sono stati invece i vostri nuovi arrivi della settimana? :)

{ 11 commenti... read them below or Comment }

  1. Non ho letto nessuno di questi libri, ma l'agenda di Jane e il libro con le sue copertine *ç* mioddio. Spero che la prossima volta che salirò a Berlino sarai da quelle parti, così ci prendiamo un caffè libroso u_u
    Comunque non ho letto Curarsi con i libri, ma immagino che se un libro è lì in mezzo, un perché ci sarà. Peccato davvero per la copertina urfida ò_ò

    RispondiElimina
  2. WOW!!!!! *-*
    Ommioddio.....il libro di Charles è bellissimo!!!! *-* Lo voglio assolutamente...come tutto quello che ci hai fatto vedere su zia Jane, ma che bella è l'agenda!!!??? *-*
    Mi porti con te la prossima volta??!!!

    RispondiElimina
  3. @LaLeggivendola: la prossima volta che sali spero di essere proprio lì in pianta stabile e ne ho un bel po' di posticini librosi in cui portarti a prendere un caffè ^_^
    In effetti il libro dalla copertina orrida mi intriga, magari è un capolavoro! :D

    @Pila: volentieri, vieni su con La Leggivendola e prendiamo tutte un caffè libroso assieme! :)

    RispondiElimina
  4. Ho scoperto da pochissimo il tuo blog ma sei già riuscita a mandarmi in estasi!! A parte il fatto che ho sempre pensato che Berlino fosse la mia città ideale (a parte il fatto che amo i tedeschi, amo la loro lingua, amo il loro modo di vivere... insomma, ho sbagliato Paese) ma adesso.... commesse che preparano tè e biscottini per i clienti... una libreria che mi vende un'agenda così... e i racconti di Dickens... e le tazze... no, non ce la faccio!! :D :D

    A proposito invece di libri belli dalla copertina (e titolo) che ti fa fuggire io ho letto "A letto con Maggie" di Jennifer Weiner, libro dal quale è stato tratto il film "In Her Shoes" con Toni Colette e Cameron Diaz... se non fossi stata spinta proprio dal fatto di aver visto il film (e sapendo quindi che la storia non era quello che il titolo avrebbe fatto pensare) non mi ci sarei mai avvicinata!!

    RispondiElimina
  5. "Le amiche del venerdì sera" è molto carino! Non sarà il nuovo capolavoro della letteratura, ma è scorrevole e lascia quella sensazione che si ha quando si legge sotto una coperta con una tazza di té in mano ^^

    RispondiElimina
  6. l'agendina di cime tempestose.... la voglio!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  7. @Simo85: mi hai fatto morire dal ridere! ^_^
    Tengo presente l'ultimo consiglio, è tanto che voglio vedere il film e non sapevo fosse tratto da un libro, grazie! :)

    @Marta R: Ottimo, speravo che fosse così, grazie per la rassicurazione!

    @Federica: credo si possa comprare anche online, dai un'occhiata al sito della Penguin, l'altra che ho (di Virginia Woolf) me l'hanno comprata lì ;)

    RispondiElimina
  8. La copertina in effetti è bruttarella ma mai giudicare dalla copertina! Magari è un capolavoro (dubito però). Sai che esiste una versione anche per i film? Si chiama "Cinematerapia"di Nancy Peske e Beverly West è molto carino e non ci sono solo i soliti film

    RispondiElimina
  9. @beckybloomwood: non lo sapevo! Grazie per avermelo detto, ora vado a vedere! :)

    RispondiElimina
  10. Fammi sapere se ti è piaciuto...belli gli incontri su Jane Austen...chiunque può partecipare?

    RispondiElimina

Peek a booK!. Powered by Blogger.

Join my new 2017 "Women Challenge"! :)

Cerca nel blog

In lettura

Follow by Email

Lettori fissi

Scrivimi!

Nome

Email *

Messaggio *

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

- Copyright © Peek-a-booK! -Metrominimalist- Powered by Blogger - Designed by Johanes Djogan -