lunedì 23 giugno 2014

TITOLO ORIGINALE: "Le Rouge et le Noir"
EDITORE:  Feltrinelli
ISBN: 9788807900051
1ª EDIZIONE ORIGINALE: 1830
PAGINE: 568
TRADUZIONE: Luigi Maria Sponzilli
PROVENIENZA: acquistato
VALIDO PER LE SFIDEFull House, Books on France, Outside the box



INTRODUZIONE BREVE: 
La bruciante e tragica ascesa di Julien Sorel, giovane avventuroso, romantico e calcolatore, nella Francia della Restaurazione. Il protagonista del più celebre romanzo dello scrittore francese sfida se stesso e la società che vorrebbe conquistare: i suoi amori travolgenti e la sua arida sete di potere, che di volta in volta gli consentono di affermarsi e lo portano alla distruzione, sono i segni distintivi di una letteratura che è riuscita a misurarsi con le più profonde e misteriose contraddizioni del cuore umano. Uno dei romanzi ottocenteschi più amati e letti, storia di un'ambizione e di un amore che portano il giovane protagonista alla rovina, dopo averlo esaltato fino alle stelle.

PERCHE’ L’HO LETTO:
L'ho letto perché era stato scelto dal gruppo di lettura della Biblioteca Sala Borsa che frequento, ma prima o poi l'avrei letto comunque, adoro i classici e questo ancora mi mancava.

LA MIA OPINIONE:
Julien Sorel, ah Julien Sorel, eroe romantico che ha rubato il cuore di tante generazioni di lettrici! Io, se devo essere sincera, ho adorato il libro, ma il nostro Julien l'ho (spesso, non sempre) mal sopportato.

Questo è il romanzo di Julien e le sue contraddizioni, di Julien e la sua ambizione, di Julien che non si fermerà davanti a niente pur di raggiungere quello che si è preposto.

I suoi amori sono un continuo tira e molla, non si contano le volte in cui parla male dei salotti buoni e del bel mondo nei quali fa però di tutto pur di entrare a far parte, entra in seminario ma è in netto contrasto con la figura di Dio e tutto ciò che concerne.
Insomma, si fa fatica a star dietro a Julien.
Però quanto è bello questo libro, quanto è "classico", quanto è pregno di quell'800 tormentato e assoluto che questi grandi autori europei (e non solo) ci hanno saputo raccontare con le loro parole.

L'ambientazione durante la Restaurazione francese, poi, è di stimolo a voler approfondire tanti argomenti, che vanno dalla caduta di Napoleone (idolo di Julien) in poi.

Quello che mi è piaciuto di questo amatissimo protagonista sono il suo continuo interrogarsi a livello etico e i suoi soliloqui, che lo accompagneranno fino alla fine quando, continuando ad interrogarsi, non chiederà il perdono, ma la condanna.

Da leggere assolutamente.


4.5/5


{ 2 commenti... read them below or Comment }

  1. Pienamente d'accordo con te....soprattutto nella MAL SOPPORTAZIONE di Julien! ;)

    RispondiElimina

Peek a booK!. Powered by Blogger.

Join my new 2017 "Women Challenge"! :)

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

In lettura

Follow by Email

Lettori fissi

Scrivimi!

Nome

Email *

Messaggio *

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

- Copyright © Peek-a-booK! -Metrominimalist- Powered by Blogger - Designed by Johanes Djogan -