giovedì 6 marzo 2014

TITOLO ORIGINALE: "The Story of a Marriage"
EDITORE:  Adelphi
ISBN: 9788845923289
1ª EDIZIONE ORIGINALE: 2008
PAGINE: 224
PROVENIENZA: biblioteca
VALIDO PER LE SFIDE: "I love library", "Full house", "Book around the states"

INTRODUZIONE BREVE: 
"Crediamo tutti di conoscere le persone che amiamo": così Pearlie Cook comincia a raccontarci gli incredibili sei mesi che sono stati, per il suo matrimonio, una sorta di inesorabile lastra ai raggi X. Siamo nel 1953, a San Francisco e tutto nella vita dei Cook parla ancora della guerra: la salute cagionevole di Holland, i ricordi tormentati di lei, le loro abitudini morigerate e un po' grigie. Una vita per il resto normalissima, come sottolinea la voce ammaliante di Pearlie, mentre la sua testa scoppia di pensieri che forse, via via che si disvelano, preferiremmo non ascoltare. Eppure li leggiamo con avidità, rassicurati dal fatto che lei, palesemente, ha intenzione di dirci proprio tutto. Perché, allora, ci sentiamo invadere da un'ansia arcana, da un senso di vertigine e di smarrimento, come davanti a certe atmosfere torve di Edgar Allan Poe? Non solo per il susseguirsi di colpi di scena che ci avvincono a ogni riga sino a condurci all'unico finale davvero imprevedibile. Sarà  per la dolorosa lucidità con cui la narratrice riesce a indagare la distanza che separa ciascuno di noi dagli altri? O perché a ogni pagina ci chiediamo: come fa Pearlie a sapere tutte queste cose - di noi?

PERCHE’ L’HO LETTO:
Avevo letto diverse recensioni e opinioni davvero entusiastiche (quella che mi ha convinto del tutto la trovate qui) e sono subito corsa in biblioteca a prenderlo.

LA MIA OPINIONE:
Non si può parlare di questo libro senza svelare qualcosa, è infarcito forse non propriamente di colpi di scena, ma di scoperte, di rivelazioni, fatte passo passo con la protagonista.
Ogni mia parola di troppo potrebbe rovinarvi la lettura, perché il bello è proprio avanzare al ritmo di Pearlie, farle con lei le scoperte, sgranare gli occhi quando lo fa lei, tormentarsi nello stesso momento, senza sapere cosa fare, quale decisione prendere.
E, a fine lettura, ritrovarsi attanagliati dal dubbio: siamo sicuri di conoscere davvero chi si addormenta ogni sera con noi?



4.5/5




Leave a Reply

Subscribe to Posts | Subscribe to Comments

Peek a booK!. Powered by Blogger.

Join my new 2017 "Women Challenge"! :)

Cerca nel blog

In lettura

Follow by Email

Lettori fissi

Scrivimi!

Nome

Email *

Messaggio *

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

- Copyright © Peek-a-booK! -Metrominimalist- Powered by Blogger - Designed by Johanes Djogan -