lunedì 27 maggio 2013

EDITORE: Minimum Fax
ISBN: 9788875214401
1ª EDIZIONE ORIGINALE: 2012
PAGINE: 201
PROVENIENZA: biblioteca
VALIDO PER LE SFIDE: "Colorful", "Quick-Fix", "Library Challenge"


INTRODUZIONE BREVE: 
Romanzo composto da diversi racconti che accompagnano la protagonista Sofia dalla nascita alla soglia dei trent'anni.

PERCHE’ L’HO LETTO:
Se ne parla molto negli ultimi tempi, il libro è anche candidato al Premio Strega e, ad alcuni amici con i quali ho in comune diverse letture, era piaciuto moltissimo.

LA MIA OPINIONE:
Di solito appena chiudo un libro so già il voto che gli darò, quasi senza esitazioni; con Sofia è stato diverso, ho aspettato quasi un giorno per esprimermi e ancora non sono sicurissima.
Dico subito che il libro non mi è dispiaciuto. Forse mi è dispiaciuto il fatto di partire con aspettative troppo alte e rendermi conto che, per i miei gusti, più in là di 3 stelline, 3 stelline e mezzo a questo libro non posso dare.
La struttura in racconti che sembrano capitoli è azzeccata, mi è piaciuta, non mi ha infastidito il fatto di non sapere inizialmente chi parli o in che anni ci si trovi.
Forse il problema è proprio Sofia. Non è il primo libro in cui non entro in empatia con il protagonista, ma qui proprio non ci siamo.Va bene il personaggio difficile, ma lei proprio le ha tutte: ribelle, lascia la scuola, piercing, musica metal, anoressica, che tenta il suicidio, fumatrice, attrice, ha rapporti con uomini più grandi che vivono in case occupate... un po' troppi stereotipi tutti in una volta per i miei gusti.
Ma la mia domanda è: da dove nasce questa deriva? Da una famiglia borghese che vive in una villetta con giardino, un padre con un ottimo lavoro (e un'amante) e una madre depressa? Questo è uno scenario, purtroppo, molto diffuso e che, per fortuna, non ha sempre esiti del genere.
Non so, mi lascia perplessa questo libro. Quello che circonda Sofia mi piace, è lei a non convincermi.
Cognetti è bravissimo comunque in molte descrizioni, nel descrivere i rapporti fra i personaggi e gli stati d'animo e nel riuscire a racchiudere in una piccola frase il significato di mille parole.
Concludendo direi che è un libro da leggere, sono sicura che a moltissimi (come infatti è già) piacerà.


3.5/5



{ 3 commenti... read them below or Comment }

  1. l'avevo letto e non mi era dispiaciuto

    RispondiElimina
  2. Gran bellibro. Da applausi le figure di Roberto e Marta.

    RispondiElimina

Peek a booK!. Powered by Blogger.

Join my new 2017 "Women Challenge"! :)

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

In lettura

Follow by Email

Lettori fissi

Scrivimi!

Nome

Email *

Messaggio *

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

- Copyright © Peek-a-booK! -Metrominimalist- Powered by Blogger - Designed by Johanes Djogan -