mercoledì 13 febbraio 2013



Ho deciso di inaugurare questa rubrichetta, non avrà una particolare cadenza, quando troverò qualcosa di interessante la posterò :)

Ho appena terminato la lettura di "Come dire" di Stefano Bartezzaghi, un'interessante escursione del famoso linguista ed enigmista tra le praterie della lingua: i suoi usi e abusi, i suoi trucchi e doppi sensi.
Devo dire che ho imparato diverse cose, tra le quali questa (riporto fedelmente dal libro):


Per scoprire il titolo segreto dei libri, il culto misterico giusto è quello del bollino SIAE. Viene apposto, quando viene apposto, nel foglio di risguardo in fondo, contiene codici e sommarie informazioni sul libro, fra cui il titolo: titolo che però, a volte, non corrisponde a quello che si legge sulla copertina. 
    Un esempio il libro "Spavento" di Domenico Starnone, il cui bollino recita: "Sangue occulto", che fa più spavento del titolo "Spavento". Non è il solo esempio. "Che la festa cominci" di Niccolò Ammaniti era bollato come "Il buio mi somiglia" e, sempre da Einaudi, "Miracoli e traumi della comunicazione" di Mario Perniola era: "Nuova ignoranza". Dovremmo concludere che nelle case editrici, e segnatamente all'Einaudi, temano fughe di notizie sui titoli e quindi di inventino titoli di fantasia per le loro novità? 
    La spiegazione è, più probabilmente, un'altra. Mentre scriveva il "Finnegans Wake", James Joyce parlava del romanzo con i suoi amici usando il titolo "Work in progress". Appunto in corso d'opera avviene la richiesta dei bollini SIAE, al momento di farla non c'è ancora un titolo definitivo e allora viene indicato quello provvisorio, Quando titolo palese e titolo segreto non coincidono, e per chi va a cercare questa traccia di lavorazione, il bollino diventa un luogo inconscio, un ritorno del rimosso, o del corretto; il ricordo involontario di un'intenzione, di quando il libro non era ancora libro.




Voi la sapevate questa cosa? Io no, ora farò sempre caso ai bollini SIAE (quando ci sono), sono proprio curiosa di vedere in quanti altri titoli "diversi" mi imbatterò :)


{ 4 commenti... read them below or Comment }

  1. @Saji Connor: veramente, mi chiedevo infatti in quanti lo sapessero! :)

    RispondiElimina
  2. Carina questa rubrichetta! (io leggo eh, appena arriva una donna sono da te!)

    RispondiElimina
  3. @Per incanto o per delizia: grazie mille! :)

    RispondiElimina

Peek a booK!. Powered by Blogger.

Join my new 2017 "Women Challenge"! :)

Cerca nel blog

In lettura

Follow by Email

Lettori fissi

Scrivimi!

Nome

Email *

Messaggio *

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

- Copyright © Peek-a-booK! -Metrominimalist- Powered by Blogger - Designed by Johanes Djogan -