giovedì 12 aprile 2012

[ENG]

PUBLISHER: Sperling & Kupfer
ISBN: 9788820047924
FIRST ORIGINAL EDITION: 2009
PAGES: 406
SOURCE: Library
CHALLENGES:What’s in a name”, “A-Z Challenge” and “Support your local Library


SHORT INTRO: Thriller written by one of the creators of CSI and centered on the character of a ruthless serial killer called "Sqweegel".
The police always catalogued the serial killers in 25 levels, where the 25th was the level of the most dangerous of all; for Sqweegel instead a new and disturbing level was created: the 26th one.

WHY I READ IT: I've never watched CSI and I must be one of the few people in the world who have not, by now, given the billions of viewers that the series has, but I was intrigued by the fact that it was the first "digi-thriller" ever written and believed that Zuiker had all the credentials to write an excellent story.

THE STORY: It is well known among law enforcement personnel that murderers can be categorized on a scale of twenty-five levels of evil, from the naive opportunists starting out at Level 1 to the organized, premeditated torture-murderers who inhabit Level 25.
What almost no one knows, except for the elite unnamed investigations group assigned to hunt down the world's most dangerous killers, a group of men and women accounted for in no official ledger, headed by the brilliant but reluctant operative Steve Dark, is that a new category of killer is in the process of being defined.
Only one man belongs to this group. Sqweegel.

MY OPINION: I would start talking about the specificity of this novel, which is the first "digi-thriller" on the market; that means about every 2 or 3 chapters (which are always very short) you will find a code that you have to put in the web site dedicated to the book, which will unlock a short video (usually lasting less than one minute) linked to the side of the story just read. Something that completes the reading then. Too bad that this very vaunted interactivity is such a small thing: these short films add nothing to the plot, don’t give new clues or details, they are so useless that after the first 3 or 4, I stopped to watching them and I continued reading without these annoying interruptions (we don’t always have a laptop at hand).
I think that the plot is superficial and doesn't go into the kind of detail we would expect from a novel of this sort.
Maybe Zuiker would have been better to focusing on writing a “pure” novel rather than the “multi-media crossover” that this work represents. This is also the first book in a series and I doubt I will bother to read the rest.
All in all (despite the more than 400 pages) it’s a book that you can read quickly, but just as quickly you will forget it.

2/5




[ITA]
"LEVEL 26" di Anthony E.Zuiker
TITOLO ORIGINALE: “Level 26: dark origins”
EDITORE: Sperling & Kupfer
ISBN: 9788820047924
1ª EDIZIONE ORIGINALE: 2009
PAGINE: 406
PROVENIENZA: biblioteca
SFIDE:What’s in a name”, “A-Z Challenge” e “Support your local Library

INTRODUZIONE BREVE: Thriller scritto da uno dei creatori di Csi e incentrato sulla figura di uno spietato serial killer detto “Sqweegel”.
Da sempre la polizia ha catalogato i serial killers in 25 livelli, dove il 25esimo era il livello di quello più pericolo in assoluto; per Sqweegel è stato invece appositamente creato un nuovo e inquietante livello, il 26.

PERCHE’ L’HO LETTO:Non ho mai visto Csi e devo essere una dei pochi al mondo, ormai, visto i miliardi di spettatori che ha quella serie, però mi incuriosiva il fatto che fosse il primo “digi-thriller” e credevo che Zuiker avesse tutte le carte in regola per rendere al meglio la storia.

LA STORIA:E’ ben noto tra il personale delle forze dell'ordine che gli assassini possono essere classificati in una scala di venticinque livelli di crudeltà, dai più sprovveduti
del primo livello agli assassini torturatori del livello 25.
Quello che molti non sanno, ad eccezione di un gruppo investigativo d’elite destinato a dare la caccia ai killers più pericolosi al mondo, un gruppo di uomini e donne che non risultano in nessun registro ufficiale, capitanati dal brillante ma riluttante Steve Dark, è che una nuova categoria di killer è in corso di definizione.
Solo un uomo appartiene a questo gruppo. Sqweegel.

LA MIA OPINIONE:Partirei parlando della particolarità di questo romanzo, che è il fatto di essere il primo “digi-thriller” sul mercato: in pratica circa ogni 2 o 3 capitoli (che sono sempre molto brevi) troverete un codice che va inserito nel sito web dedicato al libro, il quale vi sbloccherà un breve filmato (di solito della durata inferiore ad un minuto) legato alla parte di storia appena letta. Qualcosa che integri la lettura quindi. Peccato che questa tanto decantata interattività sia davvero poca cosa: questi brevi filmati non aggiungono niente alla trama, non danno nuovi indizi o particolari, sono semplicemente inutili tant’è che, dopo i primi 3 o 4, ho smesso di guardarli e ho continuato la lettura senza queste fastidiose interruzioni (non sempre si ha un pc a portata di mano).
Penso inoltre che la trama sia superficiale e che non entri nel tipo di dettaglio che ci si aspetterebbe da un romanzo di questo genere.
Forse Zuicker avrebbe fatto meglio a concentrarsi sulla scrittura di un romanzo “vero” piuttosto che su di un digi-thriller. Questo è inoltre il primo libro di una serie e dubito che leggerò i seguenti.
Nel complesso (nonostante le oltre 400 pagine) è un libro che si legge in fretta ma che, altrettanto velocemente, si fa dimenticare.

2/5

Leave a Reply

Subscribe to Posts | Subscribe to Comments

Peek a booK!. Powered by Blogger.

Join my new 2017 "Women Challenge"! :)

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

In lettura

Follow by Email

Lettori fissi

Scrivimi!

Nome

Email *

Messaggio *

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

- Copyright © Peek-a-booK! -Metrominimalist- Powered by Blogger - Designed by Johanes Djogan -